ENNA - Eccellent

Vai ai contenuti

Menu principale:

Città siciliane
Enna

Torre di Federico

La Torre di Federico di Enna è una costruzione a pianta ottagonale delimitata da una possente cinta muraria anch’essa a forma ottagonale.
Sorge al centro dei giardini pubblici, posta in cima su di una collina della città di Enna.
La Torre di Federico fu costruita nel XIII secolo su dei resti di una preesistente struttura castellana relativa al periodo Arabo in Sicilia.
Il ruolo della Torre di Federico fu quello di sorvegliare la sottostante valletta del Pisciotto, altra porta d’ingresso alla città di Enna non controllabile dal Castello di Lombardia.
La Torre di Federico faceva parte di un complesso difensivo molto più grande chiamato Castello Vecchio, di cui oggi rimangono scarsi resti.
La struttura ottagonale fu fortemente voluta dall’imperatore Federico II di Svevia, da cui ne deriva il nome.
Opera dell’architetto Riccardo da Lentini fu inoltre dimora dei soggiorni estivi della famiglia Reale.
Ormai è materia nota a tutti che l’imperatore volesse lasciare ovunque l’impronta del suo potere supremo, così fece costruire nella città di Enna questo maestoso edificio dalle severe linee architettoniche.
La Torre di Federico è alta 27 metri, le mura hanno uno spessore di 3 metri e si dispone su 3 piani.
Il piano inferiore mostra 3 strette monofore ogivali.
Il piano intermedio ha 2 ampie e ben decorate finestre costruite nel 1457.
Solo 2 degli otto lati della Torre di Federico risultano essere privi di finestre.
Le stanze al suo interno sono coperte da ampie volte ad ombrello, tenute da imponenti colonne angolari.
Il terzo piano non ha alcuna copertura ed è collegato con gli altri 2 piani tramite una scalinata a chiocciola, che porta alla sommità dell’edificio.
Dalla vetta della Torre di Federico si potrà godere di un meraviglioso panorama.
Un altro aspetto molto affascinante, che riguarda la Torre di Federico ad Enna, è la valenza esoterica che avvolge la suddetta costruzione difensiva.
Si racconta che la sua forma ottagonale non fu casuale, ma dettata da un’antica concezione che abbraccia l’astrologia, la filosofia, la matematica fino ad arrivare alla religione e per spiegarla citiamo il filosofo Greco Plutraco : “l’otto, primo cubo di un numero pari e doppio del primo quadrato, bene esprime la potenza di Dio”.
Seguendo tale teoria la forma ottagonale simboleggia la grande autorità imperiale che, come già abbiamo detto, si è prodigata tanto per lasciare indelebile la propria presenza in tutta la Sicilia.
Inoltre non tutti sanno che la Torre di Federico sorge a pochi centinaia di metri dal punto centrale della Sicilia e che lo spostamento di un quadrato di 45 gradi sul proprio baricentro rappresenta la rosa dei venti.
In base a quest’altra nozione sembrerebbe proprio che la Torre di Federico potrebbe essere una sorta di “bussola” posta proprio al centro della Sicilia.
Di certo non mancano storie relative a studiosi che in antichità giungevano fin qui da ogni parte del mondo per tracciare mappe, studiare il cielo o praticare arti magiche.


Province

Agira
Aidone
Assoro
Barrafranca
Calascibetta
Catenanuova
Centuripe
Cerami
Gagliano Castelferrato
Leonforte
Nicosia
Nissoria
Piazza Armerina
Pietraperzia
Regalbuto
Sperlinga
Troina
Valguarnera Caropepe
Villarosa

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu